“A me piace il gusto: quando mangio voglio mangiare Bene, ma senza perdere la bellezza, perché prima l’occhio vede una cosa e poi la mangiamo.” 

Ernst Knam

 

Chi meglio di chi ha cucinato e provato potrà consigliare come gustare i prodotti della festa…. Prendiamo dalla rete questo articolo che racconta la festa e i cibi della festa. ( i gustosi di Lucia link a fine articolo)

Ogni anno, il venerdi prima della domenica dopo Pasqua ha inizio tutto, con l’apertura della chiesa della Madonna delle galline in cui è custodita la sua statua, accompagnata da canti e balli dedicati alla Madonna S.S. Del Carmelo e la Domenica dopo Pasqua, si svolge la processione lungo le strade della città, dopo la Santa Messa celebrata dal Vescovo della Diocesi di Nocera Inferiore- Sarno, Giuseppe Giudice.

Tutti i cortili presenti nella città si trasformano in toselli che rendono onore alla Madonna mostrando, varie immagini di essa(sacro) insieme a simboli che raccontano la tradizione culinaria e anche folcloristica in quanto, danze a ritmo di tammorra e nacchere animano la festa.

Le galline e anche altri tipi di volatili, ricoprono un ruolo importantissimo in questa festa in quanto, la leggenda narra che furono proprio le galline a trovare in una corte una raffigurazione della Madonna del Carmelo e da allora, fu tanto la credenza che si fece costruire una chiesa in suo onore custodendo, l’immagine e omaggiando la Vergine con delle galline e altri tipi di volatili.

In quanto nata e cresciuta a Pagani una città in provincia di Salerno, non potevo esimermi dal farvi conoscere le specialità culinarie che, in una delle feste più importanti di Pagani, la festa della Madonna S.S. Del Carmelo detta Madonna delle galline si usano cucinare perchè, date dai contadini in dono alla Madonna.

Oltre alle galline, in dono alla Madonna i contadini offrivano:

♥ I tagliolini(trovate quì la ricetta), fatti a mano e che si usano cucinare con il ragù di carne nella prima Domenica dopo Pasqua e cioè, nel giorno clou della festa in onore della Vergine.

I carciofi arrostiti, che vengono cotti su una brace, precedentemente conditi con olio, prezzemolo, aglio, sale e pepe ma c’è chi aggiunge a questi ingredienti anche del salame e peperoncino.

Le uova, che vengono prima messe in acqua fredda e poi, portate fino a bollore per avere così uova sode con il guscio intero.

♥Immancabile sulla tavola poi è il vino.

♥La regina dei dolci: la pastiera di grano(trovate quì la ricetta), dolce tipico pasquale del Sud ed in particolare della Campania, visto che ha origini napoletane. ♥Il tortano salato o Casatiello(trovate quì la ricetta).

Tutte queste ricette, sia nel periodo pasquale che soprattutto per la Festa della Madonna delle Galline, sono preziosissime per tutto il popolo paganese ed io non potevo farvele non conoscere.

Io preparo quasi tutte queste pietanze non solo in questi giorni ma, tutte le volte che ne ho voglia, perchè io sono dell’opinione che il buon cibo va bene sempre.

Voi provate a cucinarle e poi mi direte!

Fonte: I gustosi di Lucia